fbpx

Percorsi culturali

Alberto Burri - L'arte contemporanea in Umbria

Alberto Burri - Rosso plastica, 1964 Alberto Burri - Rosso plastica, 1964

Qui a Città di Castello, a meno di 2 km dal nostro agriturismo San Giovanni, si trova il museo Burri degli Ex Seccatoi del Tabacco che accolgono la massima collezione delle opere di Alberto Burri (1915–1995), l’artista noto in tutto il mondo per essere stato colui che ha demolito e riconfigurato la tradizione pittorica occidentale.

Fino alla fine di gennaio il Guggenheim Museum di New York ne ha ospitato una magnifica retrospettiva (Alberto Burri – The Trauma of Painting) in occasione del centenario dalla nascita ed Emily Brown, la curatrice, ha saputo ricreare negli spazi newyorkesi tutta l’atmosfera del lavoro pionieristico condotto da Burri.

Ora che le opere sono tornate qui in Umbria a Città di Castello, vale la pena esplorarne tutta la bellezza e la complessità in questo luogo ricco di suggestione silente e atmosfere surreali, desiderato e scelto appositamente dallo stesso Burri per contenere i propri lavori, maggiore esempio dell'arte contemporanea in Umbria.

Il complesso degli Ex Seccatoi del Tabacco, magistrale esempio di recupero di edilizia industriale anni ‘50, venne inaugurato nel 1990 come parte integrante della Collezione Burri di Palazzo Albizzini. Negli enormi padiglioni espositivi, completamente dipinti di nero per volontà dello stesso Burri, si snoda un percorso articolato in cicli per un totale di 128 opere: Il Viaggio (1979), Orsanmichele (1980), Sestante (1982), Rosso e Nero (1983-1984), T Cellotex (1975-1984), Annottarsi (1985-1987), Non ama il Nero (1988), Grandi Neri (1988-1990), Metamorfotex (1991) e Il Nero e l’Oro (1992-1993).

All'esterno dei padiglioni sono collocate tre grandi sculture in ferro verniciato: Grande Ferro Sestante (1982), Grande Ferro K (1982) e Grande Ferro U (1990).

Il resto della collezione, altre 130 opere circa, si trova al centro di Città di Castello, raggiungibile da qui in 5 minuti, presso Palazzo Albizzini: la sublimazione dell’opera materica, astratta e informale incastonata in una cornice rinascimentale. All'interno di Palazzo Albizzini, inoltre, hanno sede una biblioteca specializzata sull'arte moderna e contemporanea, la fototeca di Alberto Burri e l'archivio con una vasta bibliografia sull'artista.

La produzione artistica di Alberto Burri - a buon diritto definito il poeta della materia - riesce a trasmetterci con forza tutto il vissuto sofferto e doloroso presente in alcune pieghe dell’esistenza. L’utilizzo senza precedenti di materiali non convenzionali (Catrami, Muffe, Sacchi, Cretti…), la combustione e l’essiccazione come metafore della devitalizzazione rendono gli oggetti meta fisici, al di là della realtà contingente, e nello stesso tempo testimoni reali della caducità del tempo.

Contattaci

Agriturismo San Giovanni - Città di Castello - Italy
Vocabolo Bisacchi 10
Città di Castello - Perugia - Italia
+39 393 1615097 / +39 392 5209825
info@viaggioverde.it

P.IVA 06706181002


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori informazioni". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.